Liceo - Ginnasio "Antonio Rosmini"

Ferdinando Orefici, canonico di Salisburgo morto nel 1668, lasciò l’intero suo patrimonio in eredità al Consiglio cittadino, affinché fossero istituite cinque classi ginnasiali rette da altrettanti sacerdoti. La scuola iniziò l’attività nel 1672. Causa le lacune documentarie, della storia dell’istituto poco si sa fino alla meta del Settecento. Il primo regolamento scolastico contenente ordinamento e orari risale al 1766. Dopo il 1770 la direzione del Ginnasio passò al Capitano di Circolo, come rappresentante della magistratura imperiale. Fino a questo momento l’istituto era stato retto dall’Arciprete di S. Marco e al Consiglio cittadino. L’organizzazione originaria in cinque classi rimase in vigore in pratica fino alla riforma del 1850 (“Progetto di organizzazione dei ginnasi e delle scuole reali in Austria”), quando furono introdotte le otto classi di un moderno Ginnasio Liceo.

Estremi cronologici

1720 -

Bibliografia

  • Q. ANTONELLI, Guida agli archivi scolastici di Rovereto, Rovereto, 1997
  • E. ZUCCHELLI, Il Ginnasio di Rovereto in duecentocinquant'anni di vita (1672-1922), in "Annuario del R. Ginnasio-Liceo 'Vittorio Emanuele III' di Rovereto", Rovereto, anno scol. 1921-1922
  • Rovereto e i suoi istituti d'insegnamento, Rovereto, 1909