Cinguetti (Mauritania) la Sorbona del deserto

Dal 30 Ottobre 2019 al 12 Novembre 2019

Mostra fotografica alla scoperta di Cinguetti (Mauritania) e dei suoi tesori librari. Il sapere dell'Islam e una testimonianza della cultura berbera vista attraverso gli occhi di Milena Conzatti.

Inaugurazione mercoledì 30 ottobre ore 18.00

Introdurrà la serata Patrizia Belli

A seguire aperitivo

"Leggo molto, per passione e per evadere dalle consuetudini. Amo sfogliare i libri e sottolineare con la matita le frasi che più mi hanno stupito. Leggo libri affascinanti che raccontano di persone, di paesi vicini e lontani, di usanze e costumi.Non sono una fotografa. Sono una viaggiatrice solitaria, curiosa di sapere e una buona lettrice che si documenta prima, durante e dopo il viaggio. Ricordo ancora il mio dito puntare su quella regione del globo, quel pezzo d’Africa sahariana che si affaccia sull’oceano. La Mauritania è un paese che confina a sud con il Senegal, a sud-est con il Mali, a nord con il Sahara occidentale e a est con l’Algeria. Nel gennaio 2017 decisi di avventurarmi in questa terra e grazie alla mia curiosità eccomi qui ora pronta ad offrire testimonianza di quei luoghi ed in particolare di Cinguetti. Questa città mi ha emozionata, sorpresa e sbalordita. Mi ha fatto scoprire biblioteche custodite nel deserto, originali e affascinanti. Una storia millenaria che racconta di un’epoca gloriosa e di straordinario valore viene narrata in antichi manoscritti trasportati sul dorso dei cammelli condotti dai pellegrini al ritorno dalla Mecca. Questi affascinanti testi sono valorizzati da copertine in pelle di ovino, alcune ornate di miniature altre dipinte con disegni arabeschi di colore rosso porpora. Cinguetti dal 1989 è dichiarata Patrimonio mondiale dell’umanità dall’Unesco."

“Siate curiosi! Viaggiare è un modo per allungare il proprio sguardo”.

Milena Conzatti

Breve storia della Mauritania

Nel secolo scorso la Mauritania è stata per lungo tempo sotto l’influenza francese passando nel 1936 da protettorato a dominio militare. Nel 1960 divenne indipendente pur rimanendo economicamente sotto il controllo francese. Molte popolazioni berbere nomadi vi fecero ritorno. Negli anni successivi avvenne una frattura ideologica tra chi la considerava uno stato arabo e chi poneva importanza su altri aspetti. Questo disaccordo si radicalizzò sempre più sfociando in gravi episodi di violenza durante gli eventi del 1989. Nel 2008 l’esercito sale al potere con un Colpo di stato. Attualmente non vi sono tensioni evidenti, si può visitare il paese cercando di evitare la zona nord/nord-est verso il Mali e il confine del Sahara Occidentale dove sono operativi terroristi islamici e bande armate che vivono di contrabbando e di sequestri.