Forèst

Senter, Ilaria

Forèst è il ritratto di un luogo e delle sue genti. Ambientato in un piccolo paese del Trentino, intreccia le storie di tre personaggi, in un confronto generazionale che coinvolge gli ultimi ottant'anni. La protagonista, una bambina degli anni '90 alle prime esperienze di vita, s'immerge curiosa nel passato dei suoi anziani parenti, scoprendone i valori che accompagneranno la sua formazione sino all'età adulta. Le sue prime volte, le piccole questioni che la smuovono sono un pretesto per conoscere le vicende dei veri eroi di questo romanzo: due anziani parenti che conosceremo attraverso le avventure epiche della loro giovinezza. La nonna, figura rassicurante ma anche misteriosa, custodisce una corrispondenza che svelerà alla nipote un insospettabile passato di collaboratrice della Resistenza. Il prozio anarchico e solare racconta il viaggio clandestino per raggiungere la Francia e la sua esperienza travagliata di migrante negli anni '50, fino al suo definitivo rientro in paese, dove diventa per parenti e conoscenti un saldo punto di riferimento. Attraverso la vita della protagonista si intersecano universi separati dal tempo, ma accomunati dall'appartenenza ad una solida cultura paesana e alpigiana. Cos'hanno in comune una partenza clandestina, una lettera d'addio datata giugno 1944 e una cassetta dei Nirvana che gira a vuoto?


Amicus Nr. 6671793
Tipologia Altra narrativa
Editore Trento : Curcu & Genovese, 2018
Descrizione fisica 123 p. 21 cm
ISBN 9788868762018
Lingua Ita