Gli uomini non sono isole. I classici e la solidarietà umana

28 Maggio 2019 dalle 17.00 alle 18.30

Incontro con Nuccio Ordine (Università della Calabria)
Introduzione di Caterina Mordeglia (Università degli studi di Trento)

Sarà presentato il libro dell’Autore “Gli uomini non sono isole. I classici ci aiutano a vivere(La nave di Teseo, 2018)

Come possono Cicerone, Seneca, Agostino ‘educare’ al vivere civile? Nuccio Ordine ci offre un messaggio positivo, illustrandoci come la lettura e l’insegnamento dei classici sia fondamentale per rendere la società più solidale e umana. Durante l’incontro sarà presentato il libro dell’Autore "Gli uomini non sono isole. I classici ci aiutano a vivere", La nave di Teseo, 2018.

L’incontro, aperto alla cittadinanza e realizzato dalla collaborazione tra Università di Trento-Dipartimento di Lettere e Filosofia, IPRASE e la Biblioteca civica di Rovereto “G. Tartarotti”, fa parte dei seminari di aggiornamento insegnanti all’interno del Corso IPRASE “Il Latino e l’Europa”.

Nuccio Diamante Ordine è un letterato e accademico italiano, professore ordinario di Letteratura italiana presso l'Università della Calabria, noto in ambito internazionale per i suoi vivaci interessi per la filosofia italiana e gli studi su Giordano Bruno e sul Rinascimento.
Fellow all'Harvard University Center for Italian Renaissance Studies, ha insegnato in numerose università prestigiose quali Università di Yale, New York University, Ecole Normale Supérieure Paris, Paris IV: Paris-Sorbonne, Paris III Sorbonne Nouvelle, CESR of Tours, Institut Universitaire de France, Paris VIII: Vincennes, Institut des Études Avancées de Paris, Warburg Institute e all'Università Cattolica di Eichstätt-Ingolstadt.
Collabora, inoltre, alle pagine culturali del Corriere della Sera. I suoi libri sono stati tradotti in numerose lingue tra cui cinese, giapponese e russo.
In Francia dirige due collane letterarie per l'Editore «Belles Lettres»: le Opere complete di Giordano Bruno e la «Bibliotheque Italienne». Dal 2012 dirige per l'Editore Bompiani la collana Classici della letteratura europea.

“ Nessun uomo è un’isola, intero in se stesso. ciascuno è un pezzo del continente, una parte dell’oceano. Se una zolla di terra viene portata via dal mare, l’Europa ne è diminuita […]; la morte di qualsiasi uomo mi diminuisce, perché sono preso nell’umanità, e perciò non mandar mai a chiedere per chi suona la campana; essa suona per te.” – John Donne
Prendendo le mosse dalla commovente meditazione di John Donne (1624) a cui si ispira il titolo del volume, Nuccio Ordine arricchisce la sua “biblioteca ideale” invitandoci a leggere (e a rileggere) altre meravigliose pagine della letteratura mondiale. Convinto che una brillante citazione possa sollecitare la curiosità dei lettori e incoraggiarli a impossessarsi dell’opera intera, Ordine prosegue la sua battaglia a favore dei classici, mostrando come la letteratura sia fondamentale per rendere l’umanità più solidale e più umana.
In un’epoca segnata da brutali egoismi, dalla ripresa dei razzismi e dell’antisemitismo, dalle terribili disuguaglianze economiche e sociali, dalla paura dello “straniero”, queste pagine invitano a capire che “vivere per gli altri” è un’opportunità per dare un senso forte alla nostra vita. Sulla scia di L’utilità dell’inutile (tradotto in 32 Paesi) e di Classici per la vita (tradotto in 6 lingue), questo nuovo volume è un inno a ciò che nella nostra società viene considerato ingiustamente “inutile” perché non produce profitto.

Locandina evento