Archivi personali

Archivi privati donati da personalità legate alla città, che hanno svolto ruoli ragguardevoli nel nostro territorio ma non solo.

Umberto Tomazzoni (1896 – 1983) ha donato la documentazione raccolta in veste di uomo di scuola ed educatore. L’ingegner Riccardo Maroni, è noto soprattutto per la sua attività di editore (sua è la collana “Artisti Trentini”). L’archivio di Eugenio Bizzarini (1887 – 1988) – cultore di musica e di teatro - è di rilevante importanza per la storia locale, avendo ricoperto incarichi direttivi presso varie aziende ed enti locali ed essendo stato a capo della Deputazione teatrale roveretana. Nel 1990 è stato consegnato il fondo (e la biblioteca) Alessandro Cucagna (1917-1987), geografo di origini triestine.
Nel 2001 è stato donato l'archivio del musicista Renato Dionisi (1910-2000), della sua famiglia ed una sezione di partiture manoscritte e a stampa. Unitamente si trova anche l'archivio "Paul Sachs". Si conserva poi documentazione incompleta di Valentino Chiocchetti (1905-1990) e Carlo Albertani (1889-1956), aggregata all'Archivo A.S.A.R. La famiglia di Mario Untersteiner, studioso dell'antichità classica ha donato sia biblioteca che archivio personale. Due sono gli archivi degli architetti Mario Kiniger, Giovanni Tiella. Gli ultimi fondi inventariati (2012) sono quelli dell'educatore e politico Remo Albertini, dello studioso zandonaiano Bruno Cagnoli e dello scrittore Gino Gerola, originario di Terragnolo.