Informazioni

Obiettivi e natura del Laboratorio permanente

Il Laboratorio è ospitato dalla Biblioteca Civica Girolamo Tartarotti di Rovereto e sostenuto dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Rovereto. Il coordinamento scientifico è a cura di Diego Cescotti, Irene Comisso e Federica Fortunato. Tra i progetti conclusi si annoverano alcuni strumenti fondamentali di supporto alla ricerca zandonaiana, in primo luogo il Catalogo tematico delle opere e la guida al Fondo Riccardo Zandonai della Biblioteca Tartarotti. Il più imponente dei progetti realizzati è la trascrizione integrale dell’Epistolario zandonaiano,che comprende corrispondenze relative al compositore e alla cerchia dei suoi amici e collaboratori, per un totale di oltre diecimila documenti.
Il Laboratorio è aperto alla collaborazione con tutte le istituzioni di ricerca (università, fondazioni, centri studio,  ecc.) interessate alla figura di Zandonai e al contesto musicale e culturale in cui il maestro ha vissuto e prodotto. Si segnala che nel maggio 2015 è stata realizzata nell’attiguo Palazzo Alberti-Poja una «Sala Zandonai» che espone in forma permanente oggetti e cimeli appartenuti al compositore e riferiti alla sua vita d’artista tra Sacco e Pesaro. Con ciò si è voluto rinverdire una meritoria iniziativa promossa in anni lontani dall’allora direttore della Biblioteca Antonio Rossaro. I materiali provengono per la gran parte dai magazzini della Biblioteca stessa, più altri offerti dal Museo Civico. Tra essi si segnalano due pianoforti, un violino, pregiati pezzi l’arredamento, quadri, sculture, fotografie, oggetti di scena e d’uso comune.