Imbarcadero

27 Marzo 2019 dalle 18.00 alle 19.30

Palazzo Alberti Poja, sala Carlo Belli, c.so Bettini ,41

Presentazione del volume

IMBARCADERO

Testimonianze di un secolo, romanzo incompiuto di Giancarlo Vigorelli

Edizione d’arte con una acquaforte di Carla Tolomeo, DiSegnoGrave edizione, 2018, Rovereto, a cura di Danilo Curti e Rodolfo Taiani.

Saranno presenti alla serata Matteo Collura, Pasquale Guadagnolo, Gianni Giovannelli e Carla Tolomeo

L’infanzia di un romanzo

“In viaggio verso Parigi, 9 nov. 95, d’improvviso mi tenta l’idea di cambiare titolo al mio (strascinato, rimandato – ora basta -) libro. Non più: Un giro in battello, ma in ogni senso più giusto, più aperto, IMBARCADERO. Forse al finire di ogni capitolo, potrei fare seguire, in corsivo, corpo minore, come un quadernetto documentario, un diario a frammenti (anche a citazioni), da intitolare accordatamente Debarcadero. Il capitolo finale, dovrà intitolarsi, appunto, conclusivamente, Un giro in battello, quale è stata, a pensarci bene (cioè a non pensarci troppo) la mia vita, indecifrata a me stesso, come, tuttavia, è e rimane”.

Da quest’unico appunto, riemerso fra le tante carte lasciate da Giancarlo Vigorelli (1913-2005), si intuisce una splendida ossessione: quella di scrivere un “libro”, forse un romanzo, forse un contenitore di memorie, ma forse, più congegnale al suo carattere di attento e critico osservatore, una sequenza di “testimonianze” attraverso le quali leggere e decifrare la propria esistenza interconnessa con la grande storia della letteratura europea otto-novecentesca, linfa del suo essere.